materasassi

MATERA- PRESO DE GENNARO – Tifosi biancazzurri scatenati: “ed ora in diecimila allo stadio”

Stadio XXI MATERA.JPGOgni tanto guardo quello che si scrive in rete. Pare, ad esempio,  che a Matera tutto sia paradisiaco e che la squadra lucana vincerà senza problemi il torneo di Serie D. Di più: i duemila di Matera-Grottaglie sarebbero solo un antipasto ed i tifosi preannunciano diecimila persone pigiate dentro il vetusto campo materano per la sfida contro il Monopoli. Qualche tifoso specializzato nella fabulazione sogna già il nuovo impianto da 30 mila posti lungo la Strada Provinciale per Gravina. Per carità, come è noto sognare non costa niente. Specialmente se si viene da anni di incomprensioni e delusioni, tra fusioni e titoli “comprati”. Ad ogni modo ho provato a sintetizzare quanto leggo su internet e raccontare che “aria” si respira laggiù (o lassù: dipende dalla latitudine di chi legge). Di certo c’è l’arrivo di Di  Gennaro come leggiamo da un blog di un giovane tifoso :”Arriva un altro colpo di mercato. Francesco Di Gennaro è il nuovo regalo che il patron Saverio Columella ha fatto al pubblico materano. Bomber con storie in Lega Pro e Serie B. Deciso anche il giorno della presentazione, sarà domani pomeriggio presso la sala stampa dello Stadio XXI Settembre dopo la prima seduta di allenamento settimanale. Un attacco stellare in casa biancoazzurra, con giocatori che pochi si possono permettere. Squadra che punta dritto all’obbiettivo Seconda Divisione e Columella farà ogni sforzo per poter rendere possibile questo obbiettivo. Il Matera sta scaldando i motori, perché quando questa macchina carburerà nel migliore dei modi viaggerà a mille.”

Ecco, viaggerà a mille. Ipse dixit. Ma vediamo cos’altro han pubblicato in rete sul nuovo bomber: “Francesco Di Gennaro, classe ottantadue, comincia la sua carriera in Eccellenza con la maglia del Formia dove gioca per due stagioni, totalizzando ventisei presenze e segnando dodici reti. La stagione successiva fa il suo esordio in Serie D con la maglia del Ferentino scendendo in campo per quindici volte e segnando altrettante reti. Nella seconda stagione, a gennaio duemilacinque passa a Lanciano dove rimanere per un anno e mezzo. Timbra nel migliore dei modi l’esordio in Prima Divisione, segnando sette reti in diciassette presenze. Mantiene la classe regina della Lega Pro, giocando con la maglia della Lucchese nella stagione seguente: in un anno e mezzo mette a segno quarantadue presenze, segnando dodici reti. La parentesi migliore per lui arriva a Gallipoli: quattro anni con i salentini, dove conquista la promozione in Serie B. In questa esperienza colleziona settantasei presenze, segnando trenta reti. A gennaio duemiladieci passa al Verona dove in tredici presenze mette a segno due reti. Segue il ritorno a Lanciano dove in ventinove presenze mette a segno sei reti. L’anno scorso era a Barletta, in diciotto presenze ha messo a segno due reti.” Oh, due gol son tanti, eh!

Bene: ora che abbiam saputo che  il Matera ha preso l’ex attaccante di Ferentino e Formia  possiamo finalmente dormire sonni tranquilli. E tra due guanciali.