il blog forza brindisi di cosimo de matteisrisultati e classific

VIGOR LAMEZIA – BRINDISI 1 – 1

STADIO LAMEZIA T..pngDomenica 20 Febbraio 2011PASQUALE MAIORINO 89.jpg

Stadio “G. D’IPPOLITO”, Lamezia Terme, ore 14.30

VIGOR LAMEZIA – BRINDISI 1 – 1

 

VIGOR LAMEZIA  1 Forte; 2 Trovato, 5 Sinicropi, 6 Parisi, 3 Caffarelli (27’st 16 Potestio); 4 Giuffrida (19’st 13 Caridi), 10 Mangiapane; 11 Lattanzio (23’st 17 Paonessa), 8 Rondinelli, 7 Scalese; 9 De Luca. All. Massimo Costantino.

(12 Quarta, 14 Mercurio, 15 Catalano, 18 De Sensi)

BRINDISI  1 Prisco; 2 Mottola, 5 Taurino, 6 Fruci, 3 Tundo Alberto; 7 D’Avanzo (45’pt 14 Piro), 8 Pollidori, 4 Caravaglio, 10 Matarazzo (27’st 15 Tundo Antonio); 9 Caggianelli (34’st 17 Scarcella), 11 Maiorino.All.Massimo Rastelli (12 Locatelli, 13 Camposeo, 16 Finocchiaro, 18 Caputo)

ARBITRO: Marco Fabbrini di Livorno(Assistenti: Fazio e Allegra di Messina)

 

R E T I: pt 42’ Maiorino BR; st 32’ Mangiapane VL

 

NOTE: Spettatori circa 700, manto erboso in buone condizioni.Espulsi: Fruci BR, al 44’pt, per doppia ammonizione; Rondinelli VL, al 34’st, per proteste.Ammoniti: Fruci BR, Maiorino BR, Matarazzo BR, Pollidori BR, Rondinelli VL, Tundo Ant. BR, Scarcella BR, Sinicropi VL. Calci d’angolo5-3 Recupero: pt 3’, st 5’. Prima della partita i due capitani hanno letto, come in ogni partita della Lega Pro, il seguente comunicato: “Il calcio è un gioco. Viviamolo con passione. I valori scendono in campo e sono presenti anche sugli spalti. Noi capitani di Lega Pro vogliamo giocare in un clima sereno. Siamo contro ogni atto di violenza e di intimidazione. Vinciamo insieme la partita”.

 

LAMEZIA TERME – Senza parole. Una squadra bella a vedersi, diverte, crea gioco e molte palle gol, difende con attenzione e senza sbavature. Giocatori grintosi, vogliosi, con talento e che si aiutano in partita. Mister Rastelli può essere decisamente fiero dei suoi ragazzi e del suo lavoro e gli sportivi brindisini possono andare fieri della propria squadra che onora ampiamente la maglia con la V in ogni campo. Oggi è stato il turno del “D’Ippolito di Lamezia Terme dove il Brindisi ha disputato una gara veramente apprezzabile da tutti i punti di vista. Il risultato sarebbe potuto essere ben diverso ma questo, si sa, è il calcio. Ed inoltre quest’anno, data la particolare situazione venuta a crearsi con la defaillance del Catanzaro e quindi senza rischio alcuno per la unica retrocessione in programma, davvero il risultato conta davvero pochissimo e si possono giocare queste ultime nove giornate di campionato –già a partire dalla prossima sfida interna col Matera- senza assilli per la classifica.

Il pareggio odierno sul campo della Vigor Lamezia è quindi da considerarsi un  buon risultato: un punto che, unito ai tre conquistati domenica a Campobasso, porta a quattro il bottino complessivo delle due trasferte consecutive. E, lo ripetiamo, non avrebbe rubato nulla se anche oggi avesse vinto: il primo tempo è stato un vero spettacolo tutto da vedere. Un Brindisi, messo in campo da Rastelli con l’ormai ben collaudato 4-4-2, che ha subito creato occasioni da gol tutt’altro che fortuite. Calcio pulito, fatto di tocchi di prima, tanta corsa, manovre ariose che diventano micidiali quando puntano l’area avversaria. E questo succede, quasi “naturalmente”, spessissimo: il taccuino già dal 6^ minuto è riempito da nitide azioni da gol. D’Avanzo, Caggianelli e Maiorino ne contano –nel solo primo tempo- un paio a testa. E se la rete del vantaggio, splendido gol di Maiorino, arriva soltanto al 42^ è semplicemente un caso. La prima frazione di gioco si chiude sullo zero a uno per gli ospiti ma il vantaggio poteva essere piu rotondo: tuttavia i biancoverdi di casa “vedono” la porta e con Lattanzio e con l’ex Mangiapane trovando però prontissimo Lorenzo Prisco.  Unica pecca la espulsione, poco prima del duplice fischio, di Fruci (peraltro autore di una prestazione ottima) per doppia ammonizione.

Il secondo tempo inizia con due occasioni per i calabresi ma Lattanzio prima e Scalese poi mandano a lato. La superiorità numerica c’è ma è ben compensata da un Brindisi ancora pimpante e lucido e capace dei suoi soliti affondi. L’ammonizione, al 7^, di Pollidori ha l’effetto di frenare parzialmente il forte centrocampista oggi particolarmente ispirato. L’arbitro tuttavia non vede una manata di Mangiapane –ai danni dello stesso Pollidori- che meritava il cartellino rosso. Era il 12^. Di rilievo e degno di menzione uno slalom fra cinque-giocatori-cinque da parte di Diego Matarazzo –solita ottima prova per il biondo centrocampista- con atterramento finale di Rondinelli sanzionato da un giusto cartellino giallo. Mentre il Brindisi cominciava a pregustare il secondo successo esterno di fila e proprio un minuto dopo la ennesima occasione da gol giunge, al 33^, la rete del pareggio lametino. L’ex Mangiapane –autore di un gol pure nella gara d’andata- supera Prisco con una bella punizione, precisa ed angolata, da oltre trenta metri. Nulla da dire: splendido gol. Girandola di cambi, l’espulsione di Rondinelli (doppia ammonizione) un paio di occasioni a testa. La gara termina sull’uno a uno. Applausi. Soprattutto per questo Brindisi che, gara dopo gara, acquisisce sempre maggiore coesione e convinzione dei propri mezzi. Domenica prossima i tifosi brindisini devono premiare questi ragazzi con una massiccia e calorosa presenza sugli spalti del Fanuzzi in occasione del sempre sentito derby appuro-lucano contro il Matera.

 

cosimo de matteis

 

Di seguito RISULTATI e CLASSIFICA del Girone C della Lega Pro- Seconda Divisione

 

 

:: risultati
Neapolis 0-0 A.Normanna
Melfi 2-0 Vibonese
Matera 1-0 Catanzaro
Isola Liri 0-3 Avellino
Fondi 1-2 Milazzo
Pomezia 1-2 Campobasso
Trapani 3-2 Latina
Vigor Lamezia 1-1 Brindisi
:: classifica
Latina 41 Vigor Lamezia 26
Trapani 38 Melfi 26
A.Normanna 34 Fondi 24
Milazzo 34 Brindisi 22
Pomezia 32 Isola Liri 20
Neapolis 32 Campobasso 19
Avellino 32 Vibonese 12
Matera 31 Catanzaro -2

LEGA.jpg
brindisi1912.jpg