a chi vuol farmi le prediche sul giornalismo

a chi vuol farmi le prediche sul giornalismo dico che -anzi: accenno e basta.Per ora- una delle caratteristiche principali di chi scrive è la indipendenza dello scrivente stesso (concetto molto legato alla autonomia, alla libertà, alla indipendenza ed alla imparzialità). Questa -la indipendenza- viene per così dire “mortificata” quando un direttore (vabbè. la parola è grossa, ma giusto per intenderci) chiama un giornalista pregandolo di “rettificare” un pezzo. La cosa poi assume toni da commedia se si pensa che l’intervento del capo è derivato da un diktat proveniente da. Vabbè, avevo detto che avrei solo accennato. E mi fermo qui. Sappiate solo che non soltanto ho ottima memoria ma soprattutto ho la abitudine di registrare e conservare tutto e di annotare scrupolosamente ogni cosa. Quindi, per evitarvi una bruttissima figura, conviene lasciarmi perdere. Togliete questo Sito dai preferiti ed evitate di spulciarlo in modo quasi maniacale da mane a sera: lo so’ che avete bisogno dei risultati ma pagate un po’ di inviati (anzi: prima metteteli in regola) e mandateli sui campi evitando così figure barbine e cose peggiori. A chi invece mi stima e mi legge con piacere ed interesse -e siete t a n t i s s i m i, ogni giorno di più- giunga il mio grazie ed il mio sincero saluto! W IL CALCIO SANO.

a chi vuol farmi le prediche sul giornalismoultima modifica: 2012-01-30T17:18:38+01:00da dematteiscosimo
Reposta per primo quest’articolo

One thought on “a chi vuol farmi le prediche sul giornalismo

Lascia un commento