Archivio mensile:agosto 2011

“Questa è una Società seria” (breve resoconto dell’intervista a D’Attis)

Vanno completandosi i ruoli all’interno della Società Ssd Città di Brindisi con l’inserimento di alcuni importanti “tasselli”  nello staff tecnico-medico (ne parliamo fra poco). Ed appaiono finalmente lontani , nonostante sia passato appena un mese,  quei terribili momenti in cui sembrava davvero essere finito tutto e persino l’ Eccellenza sembrava in bilico! Di queste calde fasi ne ha parlato, in una interessante intervista televisiva a tutto tondo, proprio uno dei protagonisti: il Vice Sindaco Mauro D’Attis che col Sindaco Mennitti è stato fra gli artefici del salvataggio del calcio e della sua reale rinascita. D’Attis ha ripercorso tutte le fasi senza “sfuggire” alle domande poste dal collega Fabrizio Caianiello (nella foto) di Studio 100.  Ed è emersa sempre più nitida l’importanza rivestita in questa delicatissima situazione da Domenico Mennitti (solo per fare un esempio: uomini del calibro di Boccolini, Giannatasio e Sensibile mai si sarebbero impegnati senza il suo personale intervento che era una vera e propria garanzia di serietà del progetto) ma anche di molti altri esponenti dell’Amministrazione Comunale: è bello che lo stesso D’Attis abbia citato la collaborazione fattiva di Rizziello, di Monetti e di Salvatore Brigante. Fabrizio Caianiello

Continua la preparazione al Campionato il cui inizio è oramai imminente: il Brindisi giovedì sarà a Maglie per una amichevole (è l’occasione giusta per molti brindisini di vedere la squadra all’opera facendo qualche chilometro in auto) mentre sabato 27 svolgerà allo Jacovone di Taranto una particolare seduta d’allenamento in comune con i rossoblu di Mister Dionigi che si preparano pure loro per  l’imminente Campionato di Prima Divisione. Cogliamo l’occasione per augurare agli jonici, legati  a Brindisi da una spontanea amicizia sportiva e da destini storici comuni, un pronto ritorno in Serie B.
Veniamo al nuovo Medico sociale del Brindisi: si tratta del Dottore Carlo Milani, che –come apprendiamo dai puntuali e precisi Comunicati dell’Addetto Stampa Roberto Romeo– è “specialista di ortopedia, traumatologia e fisiatria premiato lo scorso 5 maggio a San Pancrazio Salentino nell’ambito dell’iniziativa “Medico per lo Sport 2011” : un ottimo professionista, insomma. Definito anche il ruolo di Massaggiatore che sarà ricoperto dal fisioterapista Davide De Milo.

La società intende infine ringraziare i dottori Dino Furioso e Sandro Manca per la preziosa competenza messa a disposizione ai fini della tutela sanitaria degli atleti tesserati. Ed anche in queste piccole grandi cose che si vede la serietà della nuova Società del Brindisi.

cosimo de matteis

 

La foto del Giornalista Fabrizio Caianiello è presa da Facebook

Alla ricerca del tempo perduto: considerazioni su nuova e vecchia società

Alla ricerca del tempo perduto : possiamo prendere a prestito un titolo del romanziere francese Proust per indicare la fase che sta vivendo il Brindisi. C’è una costante attività di organizzazione da parte della  nuova Società: occorre, appunto, cercare di recuperare quel tempo perduto prima per provare a salvare la vecchia società (la Football Brindisi 1912 ,che ha avuto solo sette anni di vita per poi sprofondare in un fallimento ancora oggi in parte inspiegabile ) e poi per far nascere la nuova, senza contare la “battaglia” per l’ottenimento dell’ammissione in soprannumero nel Campionato di Serie D (che era una cosa tutt’altro che scontata, anzi!).
Solo dopo questi lunghi ed impegnativi passaggi si è passati alla progettazione ed alla costruzione. In tutte queste fasi determinante è stato l’apporto della Amministrazione Comunale, questo è innegabile. E se da un lato questa evidenza viene incredibilmente negata da parte di talune frange c’è poi il contraltare –ancora più sorprendente- di chi “rifiuta” questa squadra e questa Società proprio perché identificata con una parte politica.

Sono discorsi delicati a cui però il Vice Sindaco Mauro D’Attis proverà a fornire delle risposte: questa sera infatti, durante la trasmissione televisiva “100 Sport Magazine” in onda su Studio 100 e condotta da Fabrizio Caianiello, lo stesso D’Attis illustrerà tutte le fasi di questa vera e propria opera di salvataggio del calcio brindisino e le reazioni –talora scomposte ed irrazionali- che ci sono state.
Tornando sul piano organizzativo và detto che sembra oramai sul punto di “decollare” la Campagna Abbonamenti : presto la Ssd Città di Brindisi tramite il suo nuovo Addetto Stampa –il giovane e bravo Roberto Romeo– darà tutte le informazioni a riguardo. E lì si attende una risposta massiccia della tifoseria e, in genere,  della città tutta. Infine parrebbero esserci interessanti prospettive riguardo lo sponsor che affiancherà il Brindisi.

 

cosimo de matteis
 

Il punto sulla Coppa Italia di Serie D

Ad essere schietti bisogna dire che la Coppa Italia di Serie D non è proprio l’obiettivo principale della stagione: già lo si sapeva e quindi la eliminazione da questa competizione è abbastanza “indolore”. In più il Brindisi, con il noto ritardo nella preparazione, aveva solo bisogno di effettuare una partita “vera” per rodare quelli che saranno i protagonisti in campo del team di Boccolini. E, come detto, è stata una prova soddisfacente. Eliminato pure il Grottaglie e quindi con il primo turno preliminare la pattuglia pugliese , che quest’anno si presenta numerosa come sempre ed anche competitiva, si è leggermente assotigliata: la già citata eliminazione di Grottaglie (sconfitta nel Derby tutto tarantino col forte Martina) e Brindisi (eliminato dall’Isernia solo ai rigori come ben sappiamo) ha portato a 4 il numero delle compagini pugliesi ancora in lizza.

E col prossimo turno, Domenica 28, diventeranno necessariamente due: sono infatti in programma sfide fra pugliesi: l’interessante match tutto salentino fra Casarano e Nardò (al “Capozza” si giocherà in notturna sabato 27) e lo scontro fra due neo-promosse in Serie D ossia il Martina e la Fortis Trani di mister Delli Santi. Anche il turno del 28 agosto si disputerà in gara unica e in caso di parità al novantesimo minuto si andrà direttamente ai calci di rigore.

Il 15 di Settembre, poi, con i trentaduesimi di finale entreranno in scena pure le nove squadre di serie d ammesse alla Tim Cup(più la Turris, finalista lo scorso anno) e sarà ancora partita unica (o “secca”): le gare di andata e ritorno arriveranno solo con le semifinali previste nella primavera del 2012. Ma ora non corriamo: c’è ancora questo secondo turno preliminare e poi, soprattutto, il Campionato!

Il Brindisi è già al lavoro. E giovedì amichevole con il Maglie

E’ già tornato al lavoro il Brindisi: nonostante l’impegno di ieri in notturna nella gara di Coppa Italia ad Isernia (la partita è finita 1-1 ma i molisani hanno avuto la meglio nella crudele “roulette” dei rigori) già oggi, a poche ore di distanza, gli uomini di Boccalini erano a correre sull’erbetta del “Fanuzzi” sotto il sole d’agosto. La compagine adriatica non può permettersi il lusso di riposare essendo in gran ritardo in termini di preparazione rispetto alle altre squadre.

Certo la partita di Isernia è stata utilissima per “oliare” i meccanismi di gioco, provare i primi movimenti e soprattutto cementare l’intesa fra i singoli giocatori e fra i reparti. E bisogna dire che, come prima partita, non è andata male, anzi. Ulteriore test per i biancoazzurri sarà Giovedì 25: in occasione del “Memorial Salvatore Fitto” il Brindisi giocherà a Maglie (Stadio Tamborino Frisari, inizio ore 18) contro la locale formazione impegnata a preparare il Campionato di Eccellenza. Anche il DG Aldo Sensibile la pensa così: è una occasione per “testare  il generale stato di forma della squadra brindisina dopo il rapido percorso di allestimento” .

 

L’obiettivo, naturalmente, è trovarsi pronti per il Campionato che già alla prima giornata prevede un interessante derby pugliese, Fortis Trani – Brindisi: lì non si può fallire. Da rilevare che in città cresce un moderato entusiasmo attorno alla squadra del Presidente Roberto Quarta (nonostante gli iniziali scetticismi che comunque ancora permangono in alcune frange): un segnale è anche la presenza di molti brindisini ieri sera ad Isernia. E’ opinione pressoché generale che questa squadra non potrà che migliorare.

 

cosimo de matteis

Isernia – Città di Brindisi 7-6 dopo rigori (1-1 al 90′)

Come promesso nel precedente post ( http://forzabrindisi.myblog.it/archive/2011/08/21/e-se-stasera-si-vince-domenica-al-fanuzzi-contro-l-olympia-a.html )  dove è presente una stringatissima nota di cronaca,  eccovi il Tabellino della gara Isernia-Brindisi:

ISERNIA – CITTA’ DI BRINDISI 7-6(dopo rigori)

(1-1 al 90′)

 

Isernia: Marconato, Boschetti, Ricci, Digno, Maglione, Giuliano (vk), Parisi (68’ Matteo Rea), Cifani (k), Onorato (62’ Di Pastena), Alessandrì, Pettrone. A disp. Bibbia, Mingione, Iannetta, Inno, Piscitelli. All.: Silvio Di Prisco

 

Città di Brindisi: Rosti, Ciano, Giovanni Rea, Buono, Taurino (k), Kettlun, Greco (82’ Gennari), De Roma, Galetti (vk) (46’ Prisco), Mignogna, D’Amblè (77’ Scarcella). A disp. Tedino, D’Amanzo, Dell’Anna, Caravaglio. All. Luigi Boccolini

 

Reti: 32’ Mignogna (B) e 74’ Digno (I)

 

Arbitro:Aristide Capraro di Cassino (Assistenti:Gerardo Ventre di Cassino e Stefano Corrado di Formia)

NOTE:calci d’angolo 4-2,Minuti di recupero:1 pt e 3 st,Spettatori: 600 circa

 

Sequenza dei calci di rigore: a segno per il Città di Brindisi Prisco, De Roma, Scarcella, Kettlun e Mignogna; errori di Giovanni Rea e Gennari. A segno per l’Isernia Cifani, Di Pastena, Maglione, Alessandrì, Digno e Giuliano; errore di Boschetti.

 

Il tabellino della gara e foto ci sono gentilmente forniti dalla SSD CALCIO CITTA’ DI BRINDISI: cogliamo l’occasione di questa prima gara ufficiale per ringraziare la Società ed in particolar modo il Presidente Roberto Quarta e l’Addetto Stampa Roberto Romeo.

 

 

isernia-brindisi 7-6

Francesco Mignogna, autore della rete del provvisorio vantaggio

 

 

 

COPPA ITALIA Serie D – ISERNIA-BRINDISI decisa ai rigori : passano il turno i molisani

Si decide ai rigori la prima partita ufficiale del nuovo Brindisi: esordio più elettrizzante non poteva esserci! Peccato che la lotteria dei rigori ha premiato l’Isernia e s’è infranto contro la traversa(sul rigore calciato dal giovane Gennari)olympia agnonese,trivento,coppa italia serie d,isernia-brindisi,prossimo turno:brindisi-olympia agnonese,francesco mignogna,cosimo de matteisil superamento del turno che è appannaggio dei molisani: se la vedranno Domenica 28 agosto contro l’Olympia Agnonese. Pazienza!

E’ del tarantino Francesco Mignogna il primo gol realizzato dal “Città di Brindisi” in una gara ufficiale. Un piccolo/grande primato che farà entrare nel cuore dei tifosi brindisini il forte centrocampista jonico. Realizzato nel primo tempo ha sbloccato la gara segnando il “punto” dello 0 a 1 con cui si è andati negli spogliatoi. Nella ripresa è poi giunto il pareggio dell’Isernia (rete del materano Adamo Digno ).

Per quello che può contare la Coppa Italia di Serie D và detto che col superamento del turno preliminare odierno l’Isernia giocherà domenica prossima contro la formazione molisana (ancora!) dell’Olympia Agnonese. La formazione granata, infatti, ha espugnato nel pomeriggio il campo del Trivento con una quaterna: 4-2 il risultato finale a favore degli ospiti. Di seguito il tabellino della gara: A. Trivento: Celi, Giarrusso, Ligorio, Tammaro (1° st Di Biase), Varchetta, Minadeo, Bisegna, Monti, Aquaro, Siciliano, Palumbo (1° st Di Vito)All: Agovino
O. Agnonese: Pezone, Pifano, Pellegrino, D´Ambrosio, Scampamorte, Simone, Gagliano (77´ Pannunzio), Bernardi (88´ Scarano), Fruggiero, Partipilo (65´ Orlando), RicamatoAll: Urbano. Reti: 12´ Scampamorte, 21 Bernardi, 58´ Aquaro, 61´ Ricamato, 78´ Orlando, 88´ Di Vito. Spettatori: 1200

La gara del Brindisi, esordio assoluto della nuova Società calcistica, era un importante test per vedere all’opera l’undici di Boccolini. Prima gara ufficiale ma anche prima volta che questi ragazzi giocavano assieme: non vi è stato tempo e modo di giocare nessuna gara d’allenamento. E tuttavia è giunta questa bella prestazione e pazienza se non sono giunti  vittoria e superamento del turno di Coppa italia. Mister Boccolini ha sicuramente tratto tantissime indicazioni dal match di questa sera. Indicazioni e conferme che solo una partita “vera” può dare.E con l’aggiunta della suspance della “lotteria” dei calci di rigore.  Un buon inizio, quindi. Con l’augurio che sia un ottimo viatico per la Stagione 2011- 2012. E, ne siamo certi, questa partita tesa ed intensa farà crescere tantissimo l’entusiasmo in città  e la simpatia verso il Città di Brindisi.

cosimo de matteis

 

Per i lettori del blog “Forza Brindisi”: i Tabellini, ulteriori commenti e foto li vedrete prestissimo. E troverete pure qualche mia considerazione attorno al tema -annoso qui a Brindisi- delle radiocronache delle partite esterne.

 

La saggezza di Aldo Sensibile

ssd brindisi,aldo sensibile,sensibile dg dell'ssd città di brindisi,aldo sensibile direttore generale del brindisi,gigi boccolini,diego giannattasio,domenico mennitti,ssd città di brindisi,fabrizio caianiello,cosimo de matteisHo ascoltato con interesse le parole del Direttore Generale del Brindisi Aldo Sensibile durante una intervista rilasciata a Fabrizio Caianiello nella immediata vigilia dell’esordio ufficiale della nuova Società. Non mi ha meravigliato il contenuto nè il tono pacato: è uomo di sport esperto e navigato e noi a Brindisi lo conosciamo bene. Ha sintetizzato, con garbo, le caratteristiche  del progetto calcistico in cui si è “tuffato” (spinto e stimolato anche dalla passione e dalla serietà di Domenico Mennitti: è lui il vero artefice di questo tentativo di rinascita del calcio brindisino affidandosi a uomini di sicura affidabilità quali sono Gigi Boccolini, Diego Giannattasio e lo stesso Sensibile).

Ha affrontato il tema della Rosa a disposizione ammettendo lealmente la “fretta” con cui si è dovuto operare  (non dipendente certo da lui ma per le note ragioni) nel comporla ma ribadendo che, comunque, si è agito con oculatezza e sobrietà. Ha affermato, senza inutile falsa modestia, di essere moderatamente soddisfatto del lavoro svolto finora. E, in effetti, la attuale Rosa del Brindisi appare competitiva. Ha candidamente detto che è un pò preoccupato per i tempi ristretti della preparazione svolta (una quindicina di giorni!). Preoccupato ma non allarmato ed anzi fiducioso in questi calciatori con i quali si “parte”. A precisa domanda riguardo la possibile mancanza di “qualcosa in più” a centrocampo ha risposto dicendo che, per ora, si parte -appunto- così. Ed è parso chiaro come l’esperto Sensibile deve aver intravisto fra i giovani della rosa qualche pedina importante da cui si attende molto.

Ma ha pure lasciato intendere che nella eventualità emergessero delle deficienze nell’organico si provvederà ma sempre con oculatezza e prudenza. Un concentrato di saggezza sportiva talmente ovvia da apparire scontata e banale: ed invece non è così se è vero che questi sacrosanti principi di buonsenso evidentemente non animano molti dirigenti sportivi. Ed i risultati di questo sono sotto gli occhi di tutti, anche dei brindisini. Per questo la città ed i tifosi debbono essere lieti di avere al timone del Brindisi uomini saggi, uomini di sport. E, nello specifico, un Direttore Sportivo come Aldo Sensibile.

cosimo de matteis

Buongiorno Brindisi! OGGI LA PRIMA GARA UFFICIALE

 
Lo confesso: sono emozionato. La giornata odierna, infatti, è -limitatamente al suo àmbito- “storica”: è infatti la prima partita ufficiale della nuova Società SSD CITTA’ DI BRINDISI. Si parte, come è noto, fuori casa. E precisamente in molise ad Isernia contro la locale formazione. E’ una semplice gara di Coppa Italia di Serie D, certo. Ma per chi ama il calcio, per chi segue il Brindisi da sempre in in tutte le sue traversie, non è una partita come le altre. C’è una nuova Società che è nata da neppure un mese e che raccoglie l’eredità del Brindisi, la nostra squadra, e che porterà i nostri colori, la nostra “V” ed il nome della Città di Brindisi sui campi italiani.

Ancora: la gara sarà “secca”, ossia non prevede la partita di ritorno, e vedrà quindi necessariamente il Brindisi vincente o perdente! La vincitrice dovrà poi giocare, nel turno successivo, contro la Vincente di Atletico Trivento-Olympia Agnonese (questa partita si giocherà oggi Domenica 21 Agosto alle ore 16 e sarà diretta dal Signor Giuseppe De Luca di Ercolano). Riguardo la partita Isernia – Brindisi è importante ricordare a tutti gli sportivi (in particolare a quelli che intendono seguire questo esordio assoluto del Città Di Brindisi fin la città molisana) che la gara si svolgerà in NOTTURNA e l’inizio è fissato per le ore 20.45.

Ricapitolando: Domenica 21 Agosto, ore 20.45, turno preliminare di Coppa Italia di Serie D. Il Brindisi giocherà ad Isernia. La garà sarà arbitrata dal Signor Aristide Capraro di Cassino ed è la prima gara ufficiale della Società Sportiva Città di Brindisi.

Auguri al Presidente, ai Soci, ai Dirigenti TUTTI, ai tecnici, a Gigi Boccolini ed ai ragazzi che andranno in campo con la maglia con la “V”.

 AUGURI “nuovo” Brindisi!

 

SERIE D girone H – FORTIS TRANI

logo-fortis-trani.jpgPresentando la Fortis  Trani, per noi brindisini, è quasi d’obbligo un riferimento a colui che è stato fra gli artefici della “rinascita” del calcio tranese (una delle tante rinascite: a Brindisi ne sappiamo qualcosa di “discese ardite e risalite”…) ossia Antonio Flora. E’ noto, infatti, che durante l’estate e successivamente al fallimento del Football Brindisi 1912, era parso proprio Flora come uno dei possibili nuovi soci della nascente “Città di Brindisi”. Ma a quel punto è accaduto qualcosa di strano –e di spiacevole, a mio modesto avviso- e cioè una levata di scudi nei suoi confronti (e di Nicola Ragno, dato come possibile allenatore) e al grido di “non passa lo straniero” e “brindisi ai brindisini” è stato estromesso da ogni possibile discorso ed è nata, un po’ frettolosamente forse, la nuova Società. Io non conosco Flora ma non mi sono mai piaciute le demonizzazioni: il tempo darà le sue risposte, come sempre.

Al timone dei biancoazzurri  c’è ora l’ambizioso Paolo Abruzzese (un ritorno per lui, dopo i fasti della Serie C) e al posto di Giacomo Pettinicchio, l’allenatore della promozione in Serie D e della successiva permanenza la scorsa stagione, c’è Franco Delli Santi “vecchia” conoscenza del Brindisi (e come giocatore e come allenatore). Suo Vice è Adriano Morales, anch’egli calciatore brindisino negli anni Ottanta).

Ora dovremmo cimentarci in una analisi tecnica : compito abbastanza difficile ad inizio stagione. Possiamo dire subito che a Trani hanno le idee chiare e, almeno i tifosi,  mirano alto. Ma anche il Presidente non scherza: Ormai siamo a ridosso di una stagione agonistica che vogliamo vivere da protagonisti  e  con tutti coloro che hanno a cuore le sorti del Trani, desideriamo stringerci attorno ai nostri colori per far sì che la squadra abbia un’unica anima, composta da ognuno di noi. Solo la compattezza, l’unione e l’aiuto reciproco potranno spingerci verso i traguardi che questa Città merita. La presentazione della squadra in piazza è stata una vera apoteosi (ed anche queste presentazioni con lustrini e paillettes conosciamo a Brindisi. E pure l’esito…) ed i tifosi sognano la Serie C. Anzi: in estate è circolata persino la voce di un possibile ripescaggio in Lega Pro!

Ma la dura realtà ha bruscamente interrotto i sogni tranesi, cosi come i gol a grappoli contro le varie Roccamandolfi,Lupi Molinaro, Larino (durante il ritiro precampionato  di Boiano) son diventati insignificanti rispetto alle tre pappine prese contro l’Ischia (che non gioca in Serie A ma nel nostro Girone). Calcio d’agosto, si dirà. Certo. Tuttavia Mister Delli Santi pare aver individuato gli uomini su cui puntare: l’olandese Brack ed il tranese purosangue Cioffi (capitano della squadra) centrali difensivi. In mezzo Costa e Ferreyra. Quest’ultimo è il Veron tranese,-così lo chiamano i tifosi- ed è uno dei tanti argentini in Rosa: come Buttazzoni sul quale si basano molte delle speranze in attacco. Il reparto è completato da Guardabascio  ed i giovani fra cui spiccano Guacci, Sallustio e Terrone  Per il resto tanti giovani e tanta corsa secondo il credo di Deli Santi e cioè squadra corta e pressing: under gli esterni difensivi (Giardino e Barile) e quelli più offensivi (fra cui Campanale). Under, infine, pure i tre portieri (con Rossi  possibile titolare).

 

Cos’altro aggiungere? Non la vediamo fra le favorite del Campionato dove, fin dalla prima gara interna, nel vecchio Comunale, affronterà il forte e motivato Brindisi. Per la Coppa Italia i tranesi giocheranno a partire dal primo turno, in programma domenica 28 agosto, con la vincente della sfida  tra Martina e Grottaglie. E’ d’obbligo, tuttavia, augurare ai tranesi un buon campionato. E ricordare –chè pure questo và detto- i trascorsi in Serie B della compagine biancazzurro: due stagioni cinquant’anni fa.

 

cosimo de matteis

Questi i giocatori